light in the winter
comments 10

Light in the winter

Recently I’ve been loudly scolded by a dearest friend of mine, skilled and talented artist. For too long it seems that I regularly forgot to publish pictures of my art works when they’re finally completed. I disperse a little taste here, another one there, but then nothing more to show the end of the path. Well, I had to acknowledge her every reason, and to promise I would make amend as soon as possible! Of course there’re motivations that convinced me to always postpone, so much pleasing surprises in the air… but, waiting for the “fruit season” finally to peep out to me also, and for me proudly showing out the results of a well kept hidden activity, here there are two galleries of pictures, I sadly took with the worse weather conditions as for rain and poor light, dedicated to the set Light in the Winter. Don’t hold it against me, but it seems that each time the sun came out I had different needs to support! Btw, I’m glad to reveal in advance that you’ll soon have the opportunity to appreciate both garments in a very different situation from my little sweet garden, and that these as well as other original works will be available in an online atelier, actually under construction. Click over any of the photos and you’ll activate the slider, it will be more comfortable!

Di recente sono stata sonoramente sgridata da una carissima amica, esperta e raffinata artista. Da troppo tempo ormai sembra che io dimentichi sistematicamente di pubblicare foto dei miei lavori quando sono finalmente ultimati. Dissemino un piccolo assaggino qui, un altro là, ma poi nulla più a testimoniare la conclusione del percorso. Ebbene, le ho dovuto riconoscere ogni ragione, e promettere che avrei fatto ammenda quanto prima! Naturalmente ci sono delle motivazioni che mi hanno spinta a rimandare di continuo, piacevolissime sorprese in arrivo… ma in attesa che “la stagione dei frutti” faccia finalmente capolino anche per me, e che io possa orgogliosamente mostrarvi i risultati di un lavorio tenuto nascosto, ecco due gallerie di foto, scattate purtroppo nelle peggiori condizioni climatiche per pioggia e scarsità di luce, dedicate al completo Light in the Winter. Non me ne vogliate, ma a quanto pare ogni volta che è spuntato il sole c’erano altre impellenze da assecondare! Mi fa piacere anticiparvi tra le righe che presto avrete modo di apprezzare entrambi i capi in una situazione molto diversa dal mio piccolo dolce giardino, e che queste come altre mie creazioni originali saranno disponibili alla vendita presso una bottega online in fase di allestimento. Cliccando su ciascuna delle foto in galleria attivate la presentazione in sequenza, vi permetterà di osservare le foto più comodamente!

Light in the winter was born inside an old bottom drawer. Where a cotton nightgown slumbers in a thousand folds. Where it’s winter because apparently light doesn’t come in, and all around  it’s cold, very cold. Each and every cloth is shrouded in the stiffness that oblivion, inactivity, neglect induce. A nightgown as any other, nothing special, some irregularity, some ring of paleness to prove too hard washing. A bashful act of courage from me and it’s out. Courage again and it’s cut in half, the inside of a skirt and the outside of its own blouse. On the shiny silk the golden sun of helichrysum opens loving burst of light next to the shimmering leaves of liquidambar. After a dip into the woad vat, under the flowing of the rhythmic running stitches, the blouse finds its smile again, amused by the shoulders with their flattened crimping and courious of the very little details scattered here and there, between neck and waist. Light outside is still that of winter, but it’s not so cold as before, the old nightgown, though cut in half, stretches its weft again.

Light in the winter nasce dentro un vecchio baule da corredo. Dove sonnecchia in mille pieghe una camicia da notte in cotone. Dove è inverno perché apparentemente la luce non arriva, e tutt’intorno fa freddo, molto freddo. Ogni telo è avvolto in quel rigido che induce la dimenticanza, l’inattività, l’abbandono. Una camicia da notte come tante, nulla di speciale, qualche irregolarità, qualche alone di pallore a testimoniare lavaggi aggressivi. Un mio timido gesto di coraggio e lei è fuori. Ancora coraggio ed è divisa in due parti, il dentro di una gonna ed il fuori della sua camicetta. Sulla seta lucente il sole dorato dell’elicriso apre amorevoli squarci di luce accanto alle cangianti foglie di liquidambar. Dopo un tuffo nel tino di guado, sotto lo scorrere dei ritmici punti filza la camicia ritrova il sorriso, divertita dalle spalle con le groffature schiacciate e curiosa per i piccolissimi dettagli disseminati qui e là, tra il collo e la vita. La luce fuori è ancora quella d’inverno, ma non è più freddo come un tempo, la vecchia camicia da notte, benché divisa in due, è tornata a sgranchire le trame.

10 Comments

    • Uno dei doni di cui puoi essere pregiata nel dare corsi, incontrare bellissime persone e scoprirsi subito amiche! Grazie anche a te per la tua presenza qui.

      Like

  1. Sheila, la camicia è tenerissima ma la gonna è spettacolare… il lucido e opaco, chiaro e scuro, il marrone terra sfilacciato che si intravede, le arterie della robbia, i punti delle cuciture che fanno leggero frisé alla stoffa… mi fermo. vorrei averla fatta io! baci elfa (:

    Like

  2. Ciao cara Sheila! Anche io dico brava a tua amica..ed senz altro a te..Mi piace moltissimo il tuo lavoro. I adore what you are doing and how you are presenting it..can’t wait to see some of it in person..una ispirazione bella bella..E la gonna mi invia dopo la luna.. Do you have that expression in italian? So good to see these…

    Like

    • Hi my dearest Ginny! Think that the Italian expression that better suits your is “mandare al settimo cielo”, even if we better say it this way “essere al settimo cielo”. By the way, that’s also the name of a pizzeria very very close to home!😉 Non vedo l’ora di trovarci qui da me, i mesi stanno passando in fretta, see you very soon!!!

      Like

Drop a seed_Lascia cadere un seme

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s