comment 0

Solstice Tree_Albero del Solstizio

This slideshow requires JavaScript.

As a child I loved the smell of  the fir tree mom brought home for Xmas. But it was so sad to see how quickly it lost its needles up to dry… Became convinced that it was up to us, that we didn’t know how to take care enough. No… Only it happens that if you’re out of place, you wither. And the place of a tree, even if small, never is on the buffer surface of a floor. In Italian houses fir trees as Xmas decoration came for fashion, at a wish of a queen. Borrowed from ancient traditions which don’t make of them the artificial place where to gather symbols of a commercial feast, pasted over the conventional celebration of a Master of Love. Recognize them as venerable creatures with powerful and wise energy, images of spiral curve of Earth that, where she reaches the deeper night, there she lights a new light, spark of a renewed expansion, expression, manifestation movement. My son understood, we wouldn’t bought young cut trees, nor we would bartered against plastic needles the opportunity to celebrate renewal time by really meeting the many trees which live close to us. Just before the Solstice on my way I found a fir branch knocked down by a storm. It holds most intimate wishes taken by stripes dyed in madder and wild roses. It reached brothers at the foot of our mountain, where to run out of its days breathing…

Da bambina adoravo l’odore pungente dell’abete che la mamma portava in casa per Natale. Ma era così triste vedere quanto velocemente perdesse i suoi aghi fino a seccarsi…  Mi convincevo che dipendeva da noi, che non sapessimo prendercene cura abbastanza. Ma no… Più semplicemente accade che, quando si è fuori posto, si avvizzisce. Ed il posto di un albero, anche se piccolo, non è mai sulla superficie respingente di un pavimento. Nelle nostre case italiane l’abete come decorazione natalizia è entrato per moda, per volere di una regina. Preso in prestito da tradizioni millenarie che non ne fanno il luogo artefatto in cui radunare simboli di una festa commerciale, incollata sopra la convenzionale celebrazione della nascita di un Maestro d’Amore. Lo riconoscono invece come venerabile creatura dall’energia potente e saggia, immagine della curva spiralica di questa nostra Terra che dove raggiunge la notte più fonda, lì accende nuova luce, scintilla di un rinnovato movimento di espansione, espressione, manifestazione. Mio figlio ha capito, non avremmo acquistato giovani abeti recisi, né avremmo barattato per aghi di plastica la possibilità di celebrare il tempo del rinnovamento incontrando davvero i moltissimi alberi che ci vivono accanto. In strada, poco prima del solstizio, abbiamo trovato un ramo d’abete abbattuto da un temporale. Ha accolto gli auguri più intimi portati da nastri di stoffa tinta in robbia e rosa canina. Ha raggiunto fratelli ai piedi della nostra montagna, dove consumare respirando i suoi giorni…

Solstice Tree

Drop a seed_Lascia cadere un seme

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s